Message in a bottle


Quante volte abbiamo pensato  di scrivere un messaggio, magari chiuderlo dentro una bottiglia e lanciarla in mare e  lasciare al fato il resto.
Scrivere qualcosa di personale, qualcosa di non detto alla persona amata, i tuoi pensieri, le tue paure, un modo per liberarti di un peso che  opprime il tuo “Io”  più profondo.
Magari a qualcuno sarebbe piaciuto trovare quella bottiglia per leggere quel misterioso messaggio.
A me è capitato oggi, nella più improbabile spiaggia dell’isola, trovare una piccola bottiglia con all’interno un messaggio.
Il messaggio era scritto in greco e sono subito corso da un’ amica del posto per farmelo tradurre.
Non era un messaggio d’amore, ne di paure, ne romantico, ma era un banalissimo messaggio di riportare la bottiglia in un tal posto.
L’emozione c’è stata, anche se solo per un momento, perche queste cose le ho sempre viste al cinema e tra l’altro uno dei miei film preferiti in assoluto è: “Le parole che non ti ho detto”..Una storia d’amore iniziata appunto dal ritrovamento di un messaggio all’interno di una bottiglia trovata in spiaggia.
Sarebbe stato bello se avessi trovato un messaggio simile a questo:

“Gli occhi  neri, profondi e con un sorriso che difficilmente potrò dimenticare.
Il nostro incontro è capitato per caso in un paese neutrale, un paese che tutti sognano, un paese complice di tanti amori, un paese a ritmo di salsa.
Anche se distanti “anni luce”, ancora ci pensiamo, ci scriviamo, ci vogliamo bene.
Pochi istanti della nostra vita insieme sono bastati per capire che forse eri, o forse sei, la persona giusta per me, per noi!
Riesco ancora a sentire il tuo profumo, riesco a toccare la tua pelle con il solo pensiero e riesco ad ascoltare le tue parole attraverso i tuoi sguardi.
Il  bus quella mattina era in partenza verso  l’aeroporto, da lì a poco non ti avrei più rivista, e quel giorno si riusciva a percepire nell’aria tanta tristezza come poche volte l’ho sentita.
Gli occhi lucidi avevamo, tanto silenzio e lo sguardo fisso l’uno nell’altro. I tuoi occhi così profondi mi parlavano, mi dicevano che non volevano andarsene, ma che purtroppo il destino ha voluto così.
Tu ora sei lontana dal mio corpo, ma così vicina nei miei pensieri e se un giorno ci sarà quell’ opportunità e quelle circostanze, farò la pazzia che ti ho detto.
Il tuo ricordo vivrà sempre in me.”

FILANCA OMESSE

Categorie:Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: